Viale Montello 6

Beretta Associati

COLLOCAZIONE
Il complesso di viale Montello 6 si affaccia sui caselli di Porta Volta, storica porta cittadina progettata da Cesare Beruto nel 1880 sulla linea delle antiche mura spagnole, con lo scopo di aprire una via di accesso al nuovo Cimitero Monumentale e di farne, attraverso i caselli, un nodo di transito con funzione daziaria.
Questo intervento di riqualificazione contribuisce all’intenso rinnovamento e sviluppo che sta interessando negli ultimi anni l’area di Porta Volta e della vicina China Town, zona oggetto di una costante valorizzazione trainata dalla presenza degli edifici Feltrinelli, che consistono non solo in una presenza iconica ma anche in uno stimolo di rifunzionalizzazione socio-culturale.

SITUAZIONE DEGLI EDIFICI PREESISTENTI E IDENTITA’ STORICA
Gli edifici preesistenti, tipiche residenze milanesi di ringhiera, versanti in pessime condizioni manutentive e strutturali, si articolavano intorno a tre cortili con accesso da viale Montello e da via Paolo Sarpi.
Nel corso del tempo, soprattutto nei laboratori artigianali, e negli spazi commerciali al piano terra, erano state realizzate opere confuse e disordinate, oggetto in seguito di svariati condoni edilizi.
Nel 2013, a seguito dello sgombero del complesso, la Fondazione Policlinico, storico proprietario dello stabile, trasferisce l’immobile alla Cassa Depositi e Prestiti, che avvia la demolizione e la bonifica per poi cedere la proprietà al fondo Panorama Srl per lo sviluppo immobiliare, attualmente in corso di realizzazione.

INQUADRAMENTO URBANISTICO
L’area di Viale Montello ricade in una zona di recupero prevista dal previgente P.R.G., per la quale si è resa necessaria la stipula con il Comune di Milano di una Convenzione che definisce i vincoli planivolumetrici del progetto.
Tale convenzione prevede, oltre all’intervento di sviluppo immobiliare, un ulteriore intervento di riqualificazione dell’area, consistente nella valorizzazione del giardino pubblico antistante il complesso, intitolato a Lea Garofalo, un’area verde significativa nella congiunzione tra il nuovo complesso residenziale e i vicini edifici Feltrinelli.

METODOLOGIA PROGETTUALE E SCELTE ARCHITETTONICHE
Il progetto prevede la completa demolizione del preesistente complesso immobiliare, date le precarie caratteristiche dei fabbricati, e la necessità di eseguire le opere di bonifica.
Da tali interventi è stata esclusa la facciata su viale Montello, di cui la Soprintendenza per i Beni architettonici e per il Paesaggio ha chiesto il mantenimento conservativo.
Gli edifici, a destinazione residenziale, mantengono una parziale destinazione commerciale al piano terreno su viale Montello.
L’intervento di ricostruzione mantiene l’impianto originale dei tre cortili, con delle piccole variazioni dovute alle nuove normative. In questo senso, il progetto si caratterizza per il nuovo fabbricato centrale, che si distingue stilisticamente dal linguaggio architettonico degli altri edifici, nei quali si è voluto mantenere il sapore della vecchia Milano.
Particolare attenzione è stata data alla progettazione del verde, in modo da armonizzare e vivacizzare spazi e volumi, o schermare inserimenti potenzialmente disarmonici, come la rampa d’ingresso al parcheggio interrato.
L’edificio su viale Montello è stato sopraelevato di un piano, allineandosi agli edifici adiacenti, contribuendo ad una omogeneità del disegno urbano sottolineata anche da scelte estetiche e decorative coerenti all’insieme.
Notice: This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. By closing this banner, scrolling this page, clicking a link or continuing to browse otherwise, you agree to the use of cookies..