Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..

Joint venture tra Värde Partners e Borio Mangiarotti per Park West a Milano - 22/12/2017

X
leggi info
È stato siglato l’accordo tra il fondo Usa Värde Partners e la storica impresa milanese Borio Mangiarotti spa per far decollare un maxi-progetto a Milano su di un’area che attende da anni di essere riqualificata: un nuovo quartiere mixed use, già infrastrutturato. Si tratta di un investimento di oltre 250 milioni di euro per dare vita ad una società veicolo partecipata dal fondo Värde Partners e dall’impresa milanese proprietaria ad oggi del 100% dell’area. A 12 fermate di metropolitana dal Duomo, prenderà vita quindi una nuova polarità urbana sul masterplan firmato da Mario Cucinella Architects, inserito in un parco disegnato da Michele Desvigne chiamata “Park West”. L'intervento si sviluppa su un’area di circa 400 mila metri quadrati con la realizzazione di oltre 1000 residenze tra libere e convenzionate, 30mila metri quadrati di uffici e 10mila metri quadrati di funzioni commerciali. 
Borio Mangiarotti è al lavoro ormai da anni sul progetto per affinare la parte amministrativa, definire i dettagli della pianificazione urbanistica e programmare le procedure ambientali prima dell’avvio dei lavori a lungo impedito da problematiche oggi finalmente risolte. La mission della joint venture, condivisa anche con l’Amministrazione del Comune di Milano, si ispira all’approccio del ‘place making’, tendendo ai migliori standard internazionali in termini di inclusione sociale, qualità della vita, innovazione ed efficienza energetica. L’operazione è stata chiusa con successo anche grazie all’advisor finanziario Vitale&Co Real Estate e allo studio legale Gianni Origoni Cappelli Grippo & Partners.